Carpi 0:0 Catania: FINALMENTE SALVI
Venerdì 22 Maggio 2015 21:58

 


Scritto da Giorgio Coco

 

Il Catania conquista l’aritmetica salvezza in Serie B dopo il pareggio nell’ultimo turno di campionato contro il Carpi, in quella che di partita ha avuto davvero poco. Una gara che ha visto le due squadre non volersi fare del male a vicenda, limitandosi a giochicchiare in mezzo al campo senza mai provare a impensierire seriamente le difese avversarie. Il Catania si è limitato a gestire lo 0-0, limitandosi a gestire il pallino del gioco, senza mai provare ad affondare seriamente il colpo dalle parti di Gabriel. I rossazzurri, quindi, conquistano all’ultimo respiro la salvezza nel campionato cadetto, evitando l’incubo play-out, palesatosi durante le ultime giornate. La stagione di quest’anno dovrà far riflettere parecchio la società di Torre del Grifo, che dovrà analizzare gli errori compiuti, cercando di non ripeterli per provare a trovare la promozione in Serie A già dalla prossima stagione. Il tempo dei silenzi per Pulvirenti e compagni è adesso terminato, adesso serviranno risposte chiare e fatti concreti.

Nessuno affonda il colpo - Gara che per i primi dieci minuti non regala particolari emozioni, con i padroni di casa che si limitano a gestire il pallone e limitare le offensive degli etnei, bisognosi di punti per non essere risucchiati nell’incubo play-out. I rossazzurri si fanno preferire al Carpi per ritmi di gioco e intenzioni, ma non riescono mai a impensierire particolarmente la difesa emiliana, tranne che con qualche occasione debole dei vari Maniero e Calaiò. Con il passare dei minuti, la formazione di Marcolin comincia ad avanzare e a conquistare più campo ai danni dei vincitori del campionato di Serie B, insistendo con più veemenza nel cercare la rete del vantaggio. L’occasione più pericolosa per i siciliani arriva sul finire del primo tempo, al 43’pt, quando Ceccarelli, sugli sviluppi di un corner, colpisce il palo deviando di testa una palla sporcata in precedenza da Calaiò. Il primo tempo si chiude con poche emozioni durante i 45 minuti di gioco e con le due squadre che hanno fatto poco, o niente, per impensierire l’avversario.

Verso un preannunciato pareggio - La ripresa inizia sulla falsa riga del primo tempo, con le due squadre che giochicchiano in mezzo al campo e non provano mai il cambio di passo o l’accelerazione necessaria per creare azioni offensive nell’area di rigore avversaria, limitandosi a non farsi del male. Intorno al 20’st, il Catania comincia a riversarsi con più insistenza dalle parti di Gabriel, avanzando il proprio baricentro, ma i tentativi di Maniero prima e Calaiò dopo, non riescono a impensierire il portiere ex Milan. La partita si avvia verso un pareggio a reti bianche, già facilmente pronosticabile dopo i primi trenta minuti del primo tempo e, per i siciliani, il punto conquistato sul campo della capolista rappresenta il lasciapassare per la permanenza in Serie B anche per la prossima stagione, con l’incubo play-out fortunatamente evitato.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna